RSS
 

A Short History of the Future of Elections

Num°19 ELECTIONS
Keane

We live in times gripped by the conviction that periodic ‘free and fair’ elections at the national level are the heart and soul of democracy. The conviction has deep taproots with a remarkable history. In 1945, there were only a dozen representative democracies left on our planet. Since that time, in nearly 90 countries, national elections have come to be seen widely as the best way of forming good governments, sometimes even as a ‘timeless’ and non-negotiable feature of the good political life. Article 21 of The Universal Declaration of Human Rights, adopted in December 1948, famously set the standard. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 19 ELECTIONS luglio, 2017 - Autore:

 

Votare non è più democratico? Le elezioni e la “sindrome da stanchezza democratica”

Num°19 ELECTIONS
Palano

Rileggendo oggi Solar Lottery di Philip K. Dick, è quasi scontato riconoscere come già in quel primo romanzo fossero presenti molti dei motivi che avrebbero in seguito contrassegnato la produzione dello scrittore americano. Risulta in effetti evidente sin dalle prime pagine come la sua idea della science-fiction tendesse a fuoriuscire dal perimetro di una letteratura di genere destinata allora prevalentemente a un pubblico di giovani (e giovanissimi) lettori, e come la sua raffigurazione di un remoto futuro fosse in realtà una critica della società americana degli anni Cinquanta. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 19 ELECTIONS luglio, 2017 - Autore:

 

In Defense of Elections

Num°19 ELECTIONS
PosadaCarbò

Elections have hardly had a good name in history.

In his letter to Cicero, in BC 64, Quintus offered his brother a list of suggestions to win the race for consul in Rome. Quintus had no doubt of Cicero’s attributes and abilities but he felt his brother should also know the details of how he ought to run an electoral campaign. “Favours, hope and personal attachment” were highlighted as the “three things that guarantee votes in an election”. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 19 ELECTIONS luglio, 2017 - Autore:

 

The Mob Came Wielding Pitchforks, but they had a Good Story to Tell

Num°19 ELECTIONS
Boatright

Contributors to this issue have been asked to consider whether there can be democracy without elections. Such a question requires, of course, that one present a working definition of democracy, a working definition of elections, and that (if one is not planning to argue in the affirmative) the first definition does not subsume the second (e.g. “democracy is a system of free and fair elections”). It also requires, I would argue, that somewhere there appears some standard of measurement. One would need to come up with a way to measure, for instance, degrees of “freedom” and “fairness” if one were to distinguish types of elections. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 19 ELECTIONS luglio, 2017 - Autore:

 

La parabola della rappresentanza: Dal paradigma liberale all’elettore post-moderno

Num°19 ELECTIONS
Damele

L’affermazione del paradigma democratico-liberale è parsa, all’inizio del XXI secolo, come un dato acquisito, risultato di un processo progressivo di democratizzazione sviluppatosi attraverso tre ondate successive: quella che ha riguardato i secoli XIX e XX e l’affermazione del paradigma liberale propriamente detto, quella successiva alla seconda guerra mondiale e poi ai processi di decolonizzazione e quella, infine, che, a partire dagli anni Settanta, ha investito progressivamente gli ultimi autoritarismi europei (Portogallo, Grecia, Spagna), l’America latina e i paesi dell’ex sfera sovietica (Huntington 1991). Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 19 ELECTIONS luglio, 2017 - Autore:

 

Elezione e Rappresentanza

Num°19 ELECTIONS
MassaPinto

La comune matrice teologica stabilisce un nesso assai profondo tra il concetto di elezione e quello di rappresentanza: in entrambi i casi si tratta di concetti che hanno a che vedere con il problema della legittimazione del potere e, almeno in origine, non contengono alcun significato di natura partecipativa.

Il concetto teologico di elezione rinvia all’idea dell’iniziativa libera e sovrana di Dio, vero titolare di ogni potere, che, attraverso l’elezione, stringe un’alleanza con il suo popolo, preparata attraverso una serie di elezioni individuali anteriori e che si sviluppa poi costantemente mediante la scelta di nuovi eletti: l’intera storia biblica è la storia di elezioni di uomini, strappati alla loro vita ordinaria, ai quali Dio affida una missione, e la storia di queste elezioni individuali riproduce al contempo i tratti della storia dell’elezione d’Israele. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 19 ELECTIONS luglio, 2017 - Autore:

 

Serious Philosophy

Num°18 SERIOUSNESS
Haack

At dinner the night before I was to give a talk in her department, a young professor solemnly told me that there’s no place for humor in serious philosophy. Since the paper on the relation of science and literature I was to present the next day was full of playful literary allusions and verbal jokes this was, to say the least, an awkward moment. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 18 SERIOUSNESS dicembre, 2016 - Autore:

 

Charis, kairós. La riuscita della grazia

Num°17 GRACE
Alessandra

Due parole antiche, pronunciate nella ricchezza semantica dell’antica lingua greca – charis e kairós –, significano grazia e tempo opportuno. I due termini evocano un’allitterazione, nella ripetizione di fonemi tra loro somiglianti, che risuonano ritmati, quasi si trattasse di una formula magica, incantatoria, o di una saggia filastrocca per bambini: charis, kairós... Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 17 GRACE luglio, 2016 - Autore:

 

Filling the Void or Filling the Full? On the Concept of Grace

Num°17 GRACE
asterisk
  1. Grace is represented by the simple formula X = X*. Being – also – is represented by the same formula. Therefore, grace is the law of being.
  2. X = X* is the law of miracle; this formula expresses the necessity of multiple filling. Everything is necessarily more than itself. Every space is necessarily filled completely more than once in the same sense and at the same time.  Leggi tutto »
 
Commenti disabilitati

Numero 17 GRACE luglio, 2016 - Autore:

 

An Interval of Grace: The Time of Ethics

Num°17 GRACE
Skof

In my previous analyses of ethical gestures I have tried to reflect upon, in my opinion, one of the most important problems in ethics, namely, the constitution of an ethical interiority. On this issue, I have first written two papers on Schopenhauer, discussing the role of body in his metaphysical conception of ethics. I have also brought Schopenhauer’s thought closer to American pragmatism, to James’ radical empiricism specifically. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 17 GRACE luglio, 2016 - Autore:

 

Oltre il dono

Num°17 GRACE
scrovegni

Anche la pura preghiera che “venga il Tuo Regno”, che la Tua Grazia mi salvi, rientra nello schema di scopo e viene afferrata, alla fine, nel “va e vieni della prestazione” (Benveniste), nella forma della reciprocità. La “volontà di salvezza” non può non implicare un richiedere o un attendersi. Un dono che nulla attende, in questo senso gratuito, un dono che fosse amor intellectualis per il donare in sé, sarebbe, allora, pura dépense, atto acefalo, gioia senza perché derivante dall’essersi svuotati, spossessati (de-habere) del Sé e di ogni sua intenzione. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 17 GRACE luglio, 2016 - Autore:

 

L’artificio della grazia. Il sogno infranto della modernità

Num°17 GRACE
spinario-musei-capitolini-

Due incontri mi hanno aiutato in modo decisivo a comprendere il moderno: Descartes e Schiller. Dal primo ho imparato che il moderno nasce attraverso un’interruzione della continuità della tradizione che precede ogni determinazione di contenuto. Il moderno, del resto, non vuole altro dall’antico, ma lo vuole altrimenti. Da Schiller ho appreso che la modernità, che prosegue il moderno, ma anche lo innova, vuole qualcosa che è perduto. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 17 GRACE luglio, 2016 - Autore:

 

Il toccare della grazia

Num°17 GRACE
Irigaray

Spesso prima di sviluppare argomenti a proposito del tema che devo trattare verifico nel dizionario il senso comunemente ammesso delle sue parole chiave. L’ho fatto per la parola “grazia” e sono stata anzitutto sorpresa dalla molteplicità di significati corrispondenti a questa parola. Vanno dal più fisico al più metafisico, pur passando per il politico e il sociale. Se la parola “grazia” sembra, in un primo tempo, riferirsi a un aiuto di Dio stesso, essa indica, in un secondo momento, l’incanto dovuto a delle forme o movimenti corporei, quindi a ciò che, della natura, specialmente quella della donna, ci attrae, anche a un livello carnale: la sua dolcezza ha della grazia, i suoi gesti sono graziosi come lo è il suo giovanile abbandono. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 17 GRACE luglio, 2016 - Autore:

 

Actions, Reason Explanations, and Values

Num°16 AGENCY
Löhrer

There is a fundamental gap between things that merely occur or happen to us and actions we perform intentionally and for a reason. These kinds of behavior call for different explanations. According to the causalist theory of mind and action, both kinds of behavior are to be explained causally but they differ in their causal histories. Leggi tutto »

 
Commenti disabilitati

Numero 16 AGENCY febbraio, 2016 - Autore:

 
 
porno porno izle porno porno film izle