RSS
 

Le elezioni pontificie. Cenni storici e spunti di riflessione

Num°19 ELECTIONS
Piazzoni

La scelta del vescovo di Roma è il più antico esempio oggi ancora in vita di un istituto elettorale che, pur con notevoli modifiche nel corso della sua lunga storia, origina quella monarchia elettiva che è il papato, che dura da quasi venti secoli ed è la più vetusta delle istituzioni esistenti avviandosi a superare i primati di durata della serie delle dinastie dei faraoni egiziani e degli imperatori cinesi.

La stranezza e insieme la straordinarietà di questa elezione suscita sempre notevole interesse perché la scelta di un nuovo papa finisce con l’incidere, più o meno significativamente, nella vita degli uomini: anche di coloro che non sanno chi oggi sia papa o che non sanno esattamente che cosa il papa sia, anche di coloro che non hanno nulla a che fare con la Chiesa cattolica, anche di coloro che considerano il papa come un “capo di Stato” o un “capo religioso” simile a tanti altri. Diverse sono le interpretazioni che vengono date all’elezione di un papa, «l’atto più sublime, il più augusto, e il più venerando che si faccia al mondo», come scrisse più di centocinquant’anni fa un erudito di tutto rispetto, Gaetano Moroni: un atto in cui i credenti vedono l’intervento specifico, misterioso ma reale, dello Spirito Santo e che i non credenti ritengono invece di poter leggere attraverso una griglia interpretativa simile a quella con cui si spiegano la successione alla presidenza di una società multinazionale o l’elezione di un uomo politico.

Ciò che spesso si dimentica, è che l’elezione del papa non è sempre avvenuta nei modi di oggi, e che decine sono state le “leggi elettorali” che nel corso dei secoli hanno portato al sistema oggi vigente. Per essere precisi, l’ultima legislazione organica in proposito risale a Giovanni Paolo II, con alcune precisazioni apportate da Benedetto XVI. Lo stesso istituto del “conclave” che oggi tutti conosciamo dura da meno della metà della storia del papato; nei primi dodici secoli di storia della Chiesa infatti il conclave non esisteva, eppure i papi venivano eletti, talvolta in modo burrascoso, tal altra senza contestazioni di sorta.

Mentre il papa può essere scelto, da sempre e ancora oggi, fra qualsiasi maschio battezzato, il “corpo elettorale”, cioè l’insieme di coloro che lo scelgono, si è molto modificato nel corso del tempo; così come si sono notevolmente differenziate le procedure. Ci sono state elezioni per acclamazione da parte dell’intero popolo cristiano romano ed elezioni affidate alla scelta di un paio di cardinali; elezioni imposte da qualche imperatore potente ed elezioni tenutesi nell’assoluta libertà degli elettori; si sono visti papi eletti all’unanimità e periodi in cui giravano contemporaneamente per l’Europa due, tre, perfino quattro “papi” (o “antipapi”, a seconda delle differenti opinioni).

Le elezioni pontificie. Cenni storici e spunti di riflessione

scarica pdf
 
Commenti disabilitati

Numero 19 ELECTIONS luglio, 2017 - Autore:  Condividi

 

Tags: , , , , , , , , , ,

 
porno porno izle porno porno film izle