RSS
 

Il caso di un distretto impoverito: quali strumenti per la comprensione di un territorio?

Num°20 POVERTY
VinaiSulis

Il presente articolo nasce dall’elaborazione in chiave metodologica di un’esperienza di ricerca sul tema dell’impoverimento di un distretto. La società locale presa in considerazione è il Biellese, piccola patria del tessile che attraversa da circa quindici anni una ridefinizione della propria struttura economica e sociale. L’occasione è data dalla partecipazione, a partire dal 2005, alla gestione di un osservatorio sulle povertà, voluto dalla Caritas locale e dal Centro servizi per il volontariato, denominato Osservabiella. La ricerca prese avvio per fornire uno strumento che potesse essere di supporto alla progettualità degli operatori del settore sociale e per impostare un’azione di sensibilizzazione. Dopo circa dieci anni di “osservazione”, che si è inoltre arricchita attraverso altre occasioni di conoscenza del territorio, è interessante elaborare alcuni portati di quest’esperienza.

La situazione del Biellese è emblematica del processo di terziarizzazione dell’economia: si è, infatti, registrata in pochi anni una repentina riduzione del ruolo della produzione manifatturiera, che ha avuto una forte ricaduta sull’occupazione e sulle condizioni di vita della popolazione.

La realtà di distretto consentiva una immediata identificazione del territorio, e dei suoi abitanti, in termini di appartenenza culturale. Il tessile rappresentava quel “serbatoio di senso” a cui Bagnasco fa riferimento nel suo modello di distretto. Lo sgretolarsi del sistema di filiera ha scosso e indebolito il riferimento identitario della società locale. Come misurare questo cambiamento?

L’osservatorio è partito dai dati, raccogliendo e analizzando gli indicatori utili per fornire una descrizione delle dinamiche economiche e sociali, ragionando per ambiti d’indagine. Le sezioni individuate sono state: demografia, lavoro, casa, salute, relazioni sociali. Per ciascuno di questi ambiti, definiti “bisogni”, si sono raccolte informazioni in grado di restituire una prima proiezione del territorio. A supporto di quest’area di ricerca abbiamo inserito una raccolta di “risorse” che potessero rappresentare, almeno in parte, delle risposte alle fragilità riscontrate. Uno sforzo che andava nella direzione di fornire una lettura che non cedesse a facili catastrofismi, ma che desse voce agli sforzi degli attori che sul territorio propongono delle iniziative a contrasto dell’aumento di situazioni di disagio. A completare l’impianto del progetto vi sono le “storie di povertà” e i “focus di approfondimento”. Questi ultimi hanno rappresentato delle occasioni per aggiungere ulteriori elementi volti alla comprensione del fenomeno della povertà nel contesto di riferimento.

Il caso di un distretto impoverito: quali strumenti per la comprensione di un territorio?

scarica pdf
 
Commenti disabilitati

Numero 20 POVERTY dicembre, 2017 - Autore:,   Condividi

 

Tags: , , , ,

 
porno porno izle porno porno film izle