RSS
 

La sintesi secondo Hegel

Num°21 SYNTHESIS
Hegel_-_20_Pfennig_-_1970

Se si vuole comprendere il senso che la sintesi ha per Hegel, bisogna anzitutto sottrarsi alla consuetudine, sovente adottata nei manuali, di riassumere l’essenziale della dialettica nella formula “tesi-antitesi-sintesi”. E questo non perché i singoli punti indicati in quella serie siano inadeguati, o non trovino corrispondenza nel procedere effettivo del pensiero hegeliano, ma perché non c’è nulla di più lontano dallo spirito del filosofo che la pretesa di possedere una formula preconfezionata, in grado di applicarsi quasi meccanicamente a ogni aspetto della realtà.

La concezione hegeliana della sintesi trova la sua espressione compiuta nella logica, che il filosofo sviluppa nel periodo della sua maturità. Questa logica, d’altra parte, è il frutto di un lungo periodo di elaborazione, e affonda le sue radici nella riflessione che Hegel conduce, negli anni giovanili e fino al periodo di Jena, intorno alla società e alla cultura del suo tempo. Il giovane studioso matura presto il convincimento di vivere in un’età di crisi e di trapasso, segnata da grandi rivolgimenti sul piano sociale, politico e culturale; le trasformazioni in corso, dalla rivoluzione industriale a quella politica e fino a quella filosofica inaugurata da Kant, da un lato promettono di realizzare più compiutamente che in passato il principio moderno della libertà; ma dall’altro incontrano ostacoli, in buona parte generati da esse stesse, che minacciano di farle fallire. Nasce di qui il disagio, l’incertezza e la sofferenza che caratterizza l’età presente.

La sintesi secondo Hegel

scarica pdf
 
Commenti disabilitati

Numero 21 SYNTHESIS settembre, 2018 - Autore:  Condividi

 

Tags: , , , ,

 
porno porno izle porno porno film izle