RSS
 

Numero 08 REALITY

Realtà e libertà

Num°08 REALITY
statue-of-liberty-paris-l2

La filosofia non ha quasi mai messo in dubbio l’esistenza di una realtà esterna alle nostre rappresentazioni. L’ha fatto forse solo con l’esse est percipi di Berkeley e con il dubbio iperbolico di Cartesio, che tuttavia è solo un esperimento mentale. Lo stesso scetticismo ha messo in dubbio solo la certezza della nostra conoscenza. E l’idealismo assoluto risolve la realtà soltanto nella ragione assoluta. Leggi tutto »

 

Stratificazione ontologica e fluidità del reale

Num°08 REALITY
stratificazione

Zygmunt Bauman ha caratterizzato il nostro stato esistenziale come “liquido” perché liquido è lo scenario ontologico dentro cui le nostre vite cercano invano di stabilizzarsi. Scrive, infatti, Bauman: «Una società può essere definita “liquido-moderna” se le situazioni in cui agiscono gli uomini si modificano prima che i loro modi di agire riescano a consolidarsi in abitudini e procedure. Il carattere liquido della vita e quello della società si alimentano e si rafforzano a vicenda. La vita liquida, come la società liquido-moderna non è in grado di conservare la propria forma o di tenersi in rotta a lungo». Leggi tutto »

 

Oportet Idealismus

Num°08 REALITY
Image by Lauren Guilmette

Vi è una consolidata corrente della filosofia che accredita il filosofo come uomo tra le nuvole, che, intento a scrutare i cieli, inciampa nel pozzo. Il riso della servetta tracia come le beffe di Aristofane sono, per dirla con Nietzsche, nient’altro che l’espressione di un risentimento che ha per effetto di capovolgere uno sforzo millenario, teso invece ad avvicinarsi alla comprensione di ciò che è davvero essenziale del mondo, uno sforzo pagato talora con la vita, e invece squalificato come astruseria e astrattezza. Leggi tutto »

 
 

Realpolitik

Num°08 REALITY
Bismarck

Nel linguaggio politico corrente il termine realismo tende ad assumere almeno due diversi significati. Da un lato, è inteso, con accezione perlopiù negativa, come sinonimo di cinismo amorale, di opportunismo e di esaltazione del diritto del più forte. E, come tale, è avvertito come un pericoloso strumento al servizio dei potenti. Leggi tutto »

 

Reality show(s)?

Num°08 REALITY
RealitySHOW

1. Punti di partenza

Si può iniziare con alcune affermazioni (o ipotesi) che vorrei poi riprendere per arrivare, probabilmente, a conclusioni anche contraddittorie – e lasciare pertanto questioni ancora aperte.

1. La realtà, nell’epoca dei media, è un atto di scrittura. Non si tratta esattamente, però, della scrittura di un autore verso i suoi lettori ma, diciamo, di un’incisione quasi-anonima sul supporto visivo che si configura come una scrittura automatica pervenuta dall’etere, anche se inscritta sotto una testata giornalistica on line, con tanto di firma. Leggi tutto »

 

L’idea di Realtà in Wilhelm Dilthey

Num°08 REALITY
Dilthey1-4

L’idea di realtà assume evidente rilevanza nell’ambito della speculazione filosofica di Wilhelm Dilthey, dal momento che essa costituisce (così come, d’altra parte, per molti altri protagonisti di primo piano della tradizione filosofica) uno degli oggetti precipui della sua indagine gnoseologica; inoltre, essa si arricchisce di ulteriori risvolti e per certi versi si complica nella misura in cui il filosofo di Biebrich non la considera mai perfettamente disgiungibile dal soggetto gnoseologico, che peraltro non esaurisce affatto il ben più complesso significato di “uomo intero”. Leggi tutto »

 

Ontologia e Riduzione

Num°08 REALITY
Zeitkonstitution

La riduzione fenomenologica comporta la sospensione della nostra partecipazione e della nostra credenza a ciò che ci viene dato nell’attitudine naturale, ovvero della credenza che il mondo e i suoi oggetti “esistano”. Nel mettere tra parentesi il predicato di “realtà”, nell’invalidare il nostro assenso alla credenza inquestionata nel mondo, l’attenzione del fenomenologo si concentra tutta sull’oggetto limitatamente al suo venir esperito. Leggi tutto »

 
 
porno porno izle porno porno film izle